Concerti 2012

Dove sta Zazà

5 agosto | Frosolone (IS)

6 agosto | Bojano (CB)

12 agosto | Campochiaro (CB)

 

Classici italiani d'annata e contemporanei persi con ironia tra i cantautori, lo swing e la bossa nova

Dopo essersi incontrati nel corso degli anni passati a suonare nei locali e nelle sale prova più o meno insieme, i personaggi di questa storia capiscono nel 2010 che ad unirli non è la scelta di suonare, non è la comune passione per la musica italiana di qualità e il jazz, neanche la bossa nova o l'ironia a volte molesta, ad unirli c'è solo una preoccupazione, una domanda sempre più insistente: dove sta Zazà?
Nessuno si rende conto di quanto possa essere logorante non averlo più con noi, portarci dietro un pupazzo con i basettoni a ricordarcelo... e l'aver fatto stampare in tutto il mondo sue gigantografie (o meglio gigantografie del pupazzo con i basettoni che ce lo ricorda) non ci fa fare neanche un passo in sua direzione, siamo immobili a girare per locali nella sua ricerca a tal punto che non solo non abbiamo sue foto, a volte lo dimentichiamo e a volte ci hanno fatto anche pensare che lui sia solo un prodotto della nostra mente e che in realtà ci piace solo suonare e portare in giro un pupazzo con i basettoni...
"Noi suoniamo nell'attesa e nella speranza che lui ci senta e ci venga a ricordare che senza di lui nulla ha senso, neanche il concerto che portiamo in giro in suo onore!" (ndA)

Stefano Di Nucci voce e chitarra acustica | Giorgio Lombardi pianoforte | Roberto Iammatteo chitarra elettrica | Daniele Marinelli basso

 

 

Taraf De Gadjo

8 agosto 2012 | Sant'Elia a Pianisi

http://www.myspace.com/taraf4

''Taraf de Gadjo'' è un termine di derivazione turco-rumeno-romanì che sta ad indicare una formazione orchestrale tzigana (taraf) composta da musicisti non rom (gadjo). Il gruppo intende far conoscere la musica dei Rom dell'Europa dell'est: il ritmo frenetico delle danze intorno al fuoco, gli strumenti dal suono arcaico, magico, seducente, musica potente e misteriosa che si perde nella notte dei tempi, ricca di storia, fascino e mistero.

DOMENICO MANCINI - Violino | GIUSEPPE MOFFA - Chitarra/Fisarmonica | GUERINO TARESCO - Contrabbasso

 

 

 

 

ArX

11 agosto 2012 | Oratino (CB)

Gli ArX nascono a Campobasso nel 2006 da un'idea dei due giovanissimi quattordicenni Giovanni Di Bartolomeo (Chitarra) e Roberto Fatica ( Batteria).
Nel corso degli anni la formazione ha subito diverse modifiche sia nei componenti della band che nel background musicale.
Nel settembre 2008 vi è il primo passo verso una maturità musicale che vede gli ArX appartenenti ad una matrice prettamente Blues-Rock, grazie anche all'ausilio dei nuovi membri quali Aldo De Lisio al basso, Achille Antenucci come chitarra e voce e Valerio Amedei al sassofono e seconda voce.
Tra il 2009 e 2010 la band è impegnata in tantissimi concerti e l'esperienza tratta da questi la porterà a vincere il contest "Note Chiare" svoltosi a Campobasso nel maggio 2010 e contemporaneamente viene registrato il loro primo EP, "Dripping", nello studio dei fratelli De Filippo.
Dopo questi primi successi il gruppo nel luglio 2010 cambia radicalmente indole musicale passando ad un Funk-Blues con sfumature Soul grazie all'ingresso di Veronica Geremia alla voce solista che prende il posto di Achille Antenucci, il quale decide di lasciare la band subito dopo la registrazione di "Dripping".

Veronica Geremia voce | Valerio Amedei - sax e voce | Giovanni di Bartolomeo chitarra | Aldo de Lisio basso | Roberto Fatica batteria

A.L.I.
Allegro Liberty Improvvisando

11 maggio 2012 | Larino (CB)

Erika Petti, voce

Francesca Mignogna, sax

Manuel Petti, fisarmonica

Matteo Iannaccio, violino

Marco Libertucci, chitarra

Daniele Marinelli, basso

Alberto Romano, batteria

zaza-campochiaro-web.jpg
copertina cd taraf.jpg
arx-logo-web.jpg
ali-larino-web2.jpg